Il parco letterario

stemmi

 Il Parco Letterari® Carlo Levi: un efficace incontro tra letteratura e territorio.

L’idea dei Parchi Letterari nasce alla fine degli anni Ottanta per impulso della Fondazione Ippolito Nievo, ma la sua traduzione empirica in strategia di sviluppo territoriale locale prende forma a partire dall’azione propulsiva dell’ Unione Europea che nell’ambito de QCS (Quadro Comunitario di Sostegno) Italia Obiettivo 1, ciclo di programmazione 1994/99, asse 3.1 “Incentivi agli investimenti turistici”, approva la Sovvenzione Globale intitolata “Parchi Letterari”.
La finalità è quella di favorire opportunità innovative di sviluppo nel Mezzogiorno con il sostegno ad esperienze – pilota capaci di educare e stimolare una fruizione diversificata del territorio, rispondente alla domanda di forme di turismo tematico di “nicchia” che guadagnano segmenti di mercato crescenti nello spazio tradizionalmente monopolizzato dal turismo di massa.
Quest’ultimo, alla luce delle profonde trasformazioni che hanno segnato le dinamiche evolutive del
comparto turistico nell’ultimo decennio, risulta indifferenziato ed incapace di accogliere l’esigenza di un pacchetto – vacanze sempre più in direzione di bisogni personalizzati e carichi di sfaccettature che rendono il mercato turistico attuale eterogeneo e frastagliato, articolato in segmenti che richiedono strategie di marketing attente al posizionamento del prodotto turistico, in una logica sempre più orientata alla customer satisfaction.
Il Parco Letterario “Carlo Levi” opera dal 1998. Tappa fondamentale, che ne ha sancito il riconoscimento ufficiale da parte della Comunità Europea,  è stata la partecipazione al concorso di idee “Sovvenzione Globale Parchi Letterari” all’interno del quale è risultato fra i 16 vincitori, e da quel momento in poi si è operato nell’intento di agganciare all’interesse culturale per la figura e l’opera dello scrittore un interesse turistico per il luoghi in cui si svolse, nella prima metà del ‘900 la sua vicenda. L’idea di base è stata quella di utilizzare la fonte letteraria come codice di lettura del territorio, per scoprirne e valorizzarne i diversi aspetti che ne configurano l’identità: da quello culturale e storico a quello naturalistico, da quello antropologico a quello eno-gastronomico.
Negli anni Aliano è divenuto sempre più luogo di vita e di ispirazione dello scrittore Carlo Levi. Case, stradine, ma anche paesaggi e campagne raccontati nel testo, diventano un patrimonio culturale ed ambientale da proteggere, valorizzare e da rendere sempre più fruibile ai visitatori attraverso percorsi sensoriali tesi a far rivivere il ricordo del  letterato e far provare, gustare, sentire, toccare ed osservare tutto ciò che ha portato l’autore a scrivere pagine storiche della letteratura.
Il Parco Letterario “Carlo Levi” è fatto di accoglienza, di visite guidate, di eventi spettacolarizzati, e prevede attività, enogastronomiche e di artigianato, diligentemente gestite e valorizzate  col carattere della continuità, fortemente legate al territorio e che sono divenute un punto di riferimento nel panorama culturale locale. Tutte le iniziative del Parco vogliono recuperare e valorizzare l’identità, la cultura, la storia e le tradizioni locali, svolgere programmi finalizzati alla diffusione ed alla conoscenza della letteratura, delle arti figurative e dello spettacolo,  promuovere studi, ricerche, convegni, pubblicazioni, mostre, spettacoli, concorsi, premi letterari di particolare interesse.
Dopo una prima fase di assestamento si è compreso che il Parco Letterario doveva necessariamente misurarsi col rapporto costi/ricavi, infatti superata una prima fase che prevedeva l’utilizzazione di   finanziamenti pubblici si è necessario pensare ed attuare strategie tali da renderlo capace di raggiungere una certa autonomia economica.
Gli sforzi sono tutti concentrati  per conseguire questo ambizioso  traguardo e pertanto non solo il Parco è stato dotato di una sede e di un punto informazione ma a supporto sono stati predisposti anche locali  utilizzati come centro di raccolta del materiale sull’autore e sui luoghi, centro visite, biblioteca e videoteca, riunioni, conferenze, dibattiti, proiezioni e spettacoli. E’ stata, inoltre, realizzata una segnaletica adeguata dei luoghi compresi nel Parco.

 

2013 Parco Letterario "Carlo Levi"